pubblicato il

Togliamo oneri e burocrazia dalle attività di notifica della Bolkestein


Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare

La proposta di notifica delle norme nazionali che rientrano nella cosiddetta Bolkestein è nata male, anzi malissimo. Criticità e aspetti non chiari la rendono ancora più preoccupante e i nostri emendamenti sono molto puntuali proprio per scongiurarne gli effetti.

I punti chiave che abbiamo proposto sono in sintesi questi: la Commissione non deve decidere nulla (come vorrebbe) in merito alle norme di ciascuno Stato membro, eventualmente può dare un parere non vincolante. E’ la Corte di giustizia europea che deve valutare il merito. La sovranità di ogni Stato membro va rispettata a prescindere.

Per sburocratizzare le procedure di approvazione delle leggi noi chiediamo di porre un tetto massimo non superiore ai tre mesi (anzichè sei come proposto). Inoltre chiediamo la deroga dall’obbligo di notifica in alcuni casi specifici, come l’urgenza o nel caso di modifiche non sostanziali di una norma.

Infine è la Commissione che deve farsi carico dell’onere della prova nel caso di eventuali problematiche giuridiche di una legge nazionale. A maggior ragione questo deve valere a tutela delle amministrazioni locali. Immaginatevi un piccolo comune come potrebbe essere messo in difficoltà dall’essere caricato di quest’onere.

A piccoli passi andiamo avanti, cercando di spianare una strada, che come potete leggere anche voi, è impervia e piena di insidie ma è comunque la strada maestra: la strada dei diritti dei cittadini.
Qui il mio intervento completo in aula.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

L’Italia deve puntare sulla qualità agroalimentare per competere con Paesi come il Brasile

Con i colleghi della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo sono in Brasile per visitare alcune aziende agricole.   La loro dimensione è imparagonabile con quelle italiane ed Europee, migliaia di ettari con colture prevalentemente omogenee di soia e di mais. Queste dimensioni, unite ad un clima mite che consente agli agricoltori brasiliani una produzione su▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

A Maniago per i Mondiali di paraciclismo

Dal 2 al 5 agosto la città di Maniago, situata nella pedemontana pordenonese in Friuli Venezia Giulia, ha ospitato le gare dei Mondiali di paraciclismo. Le strade della cittadina hanno visto sfrecciare diversi campioni, che correvano nelle tre tipologie di gara: corsa a cronometro, corsa su strada e staffetta a squadre. L’evento si è chiuso▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Tuteliamo il miele e l’apicoltura Made in Italy!

La Commissione Agricoltura del Parlamento europeo ha approvato un rapporto che suggerisce alla Commissione europea le nuove regole per disciplinare il settore dell’apicoltura. Abbiamo sostenuto con forza la richiesta di un’etichetta che non si limiti a indicare “miele UE/miele non UE”, ma che fornisca una piena tracciabilità del prodotto, anche in caso di mix, e definizioni▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Vinitaly, una grande strada verso il futuro

Ieri non potevo mancare al grande appuntamento veronese, viste tra l’altro le mie origini, ovvero alla 52esima edizione di Vinitaly, manifestazione di settore che possiamo definire come una delle più importanti al mondo se non la numero uno, con oltre 4.300 espositori e 36 paesi partecipanti. Al di là dell’enorme offerta, quasi disorientante,  è stata▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare