pubblicato il

Trasporto animali: ancora troppa sofferenza


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Milioni di animali ogni anno sono costretti a lunghi viaggi, che troppo spesso avvengono in condizioni precarie, che ne causano disagio, angoscia e sofferenze, o addirittura una morte precoce.

 

Nel 2005 l’Unione europea ha approvato un regolamento che stabilisce le norme sulla protezione degli animali durante il trasporto all’interno e al di fuori dell’Unione. Ma i risultati delle indagini sull’applicazione da parte degli Stati membri sono stati deludenti e evidenziano una grande disparità nell’applicazione. L’insuccesso nel raggiungere uno standard comune, per esempio, è dimostrato dal fatto che il numero di controlli varia sensibilmente (da 0 a diversi milioni) tra i vari Stati.

Abbiamo chiesto la costituzione di una commissione d’inchiesta del Parlamento europeo, che però ci è stata negata dalla Conferenza dei Presidenti, che di fatto ha privato la richiesta del vaglio democratico e trasparente dell’assemblea plenaria.
Ma non ci siamo arresi e abbiamo fatto sentire la nostra voce in Commissione Agricoltura, con il supporto delle Commissioni Ambiente e Petizioni, ottenendo la redazione di un report.

Grazie ai nostri emendamenti, gli Stati membri sono richiamati ad effettuare ispezioni e verifiche regolari e approfondite, a stabilire severe punizioni per chi violerà le norme e a ridurre la durata massima del trasporto degli animali, evitandone ogni sofferenza.
Anche i Paesi terzi sono coinvolti nel rispettare queste misure, e se ciò non dovesse avvenire chiediamo di arrivare al divieto di scambi commerciali con questi Paesi.

In seduta plenaria, ci batteremo affinché venga irrobustito il testo con ulteriori emendamenti da noi proposti, come quello di limitare la durata del trasporto a un massimo di otto ore.

Abbiamo portato e continueremo a portare le vostre istanze qui al Parlamento europeo, per dire con voce ferma che questa brutalità deve finire!


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

La mia intervista a Telequattro

Sabato mattina ho partecipato in diretta alla trasmissione SvegliaTrieste su Telequattro. Siamo partiti parlando dell’accordo Italia-Cina, chiarendo la necessità di porre dei paletti che tutelino l’Italia e l’Europa per avere delle vere opportunità commerciali verso l’Oriente, attraverso un dialogo che esprima chiaramente le nostre esigenze. A livello europeo, inoltre, sarà necessario essere comunità e comportarci▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

La mia intervista a TelePordenone

In settimana sono stato ospite al programma L’Arena in onda su TelePordenone. Nel corso della trasmissione abbiamo affrontato diversi argomenti: dagli obiettivi della nostra politica di mettere la persona sempre al centro, all’importanza di partecipare attraverso il voto alle elezioni europee, perchè il Parlamento è l’unico organo europeo eletto direttamente dai cittadini; dal superamento delle▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Giovani e agricoltura: ne ho parlato ad Ansa Europa

In Italia le imprese agricole gestite da under 35 sono aumentate. Si tratta oggi di aziende più competitive, più grandi e più sensibili a pratiche vicine e rispettose dell’ambiente. Inoltre, noi godiamo del vantaggio di vivere in un territorio come l’Italia che, in termini di varietà e qualità di materia prima dei prodotti, offre un’ampia▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Stop al traffico di animali esotici

Visitare il centro di recupero di animali esotici di Damiano Baradel è come entrare in un luogo sospeso, un’oasi dove ogni tipo di animale viene accolto, curato, coccolato e rimesso in libertà (laddove possibile). Il centro è l’unico in regione Friuli Venezia Giulia, è riconosciuto come “centro fauna esotica” e sviluppa progetti in sinergia anche▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare