pubblicato il

Trasporto animali: ancora troppa sofferenza


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Milioni di animali ogni anno sono costretti a lunghi viaggi, che troppo spesso avvengono in condizioni precarie, che ne causano disagio, angoscia e sofferenze, o addirittura una morte precoce.

 

Nel 2005 l’Unione europea ha approvato un regolamento che stabilisce le norme sulla protezione degli animali durante il trasporto all’interno e al di fuori dell’Unione. Ma i risultati delle indagini sull’applicazione da parte degli Stati membri sono stati deludenti e evidenziano una grande disparità nell’applicazione. L’insuccesso nel raggiungere uno standard comune, per esempio, è dimostrato dal fatto che il numero di controlli varia sensibilmente (da 0 a diversi milioni) tra i vari Stati.

Abbiamo chiesto la costituzione di una commissione d’inchiesta del Parlamento europeo, che però ci è stata negata dalla Conferenza dei Presidenti, che di fatto ha privato la richiesta del vaglio democratico e trasparente dell’assemblea plenaria.
Ma non ci siamo arresi e abbiamo fatto sentire la nostra voce in Commissione Agricoltura, con il supporto delle Commissioni Ambiente e Petizioni, ottenendo la redazione di un report.

Grazie ai nostri emendamenti, gli Stati membri sono richiamati ad effettuare ispezioni e verifiche regolari e approfondite, a stabilire severe punizioni per chi violerà le norme e a ridurre la durata massima del trasporto degli animali, evitandone ogni sofferenza.
Anche i Paesi terzi sono coinvolti nel rispettare queste misure, e se ciò non dovesse avvenire chiediamo di arrivare al divieto di scambi commerciali con questi Paesi.

In seduta plenaria, ci batteremo affinché venga irrobustito il testo con ulteriori emendamenti da noi proposti, come quello di limitare la durata del trasporto a un massimo di otto ore.

Abbiamo portato e continueremo a portare le vostre istanze qui al Parlamento europeo, per dire con voce ferma che questa brutalità deve finire!


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Il mio intervento a La Bussola: ecco di cosa abbiamo parlato

Questa settimana sono stato ospite del programma TV “La Bussola” andato in onda su Rai News 24. Vi racconto di cosa abbiamo parlato. Il primo argomento che ho affrontato riguardava l’identità europea. Sono convinto che in Europa dovremmo ritrovare un’unità politica per far sì che si ricrei un identità europea, che ad oggi manca. Tutto▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

#NoPalmInMyTank per dire NO all’olio di palma nei carburanti

Ieri, 16 gennaio, insieme ad alcuni colleghi, al Parlamento europeo di Strasburgo abbiamo manifestato contro i combustibili derivanti da olio di palma. Questi combustibili sono tutt’altro che verdi, sono ritenuti tre volte più dannosi dei normali carburanti diesel. Sono causa di inquinamento, deforestazione e distruzione degli habitat naturali di diversi animali, tra cui gli oranghi▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Stop cibo falso: indicazione di origine obbligatoria sulle etichette dei prodotti agricoli!

I motivi di questa battaglia fortemente sostenuta dal Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo sono molteplici. Obbligare l’inserimento in etichetta dei Paesi in cui vengono coltivati i prodotti agricoli è fondamentale per tutelare innanzitutto la salute dei cittadini, proteggere il nostro Made in Italy e dare un giusto valore al lavoro degli agricoltori che valorizzano▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Agricoltura, protezione consumatori e molto altro: ne ho parlato a Telefriuli

La scorsa settimana sono stato ospite del programma “Il Punto” di Enzo Cattaruzzi a Telefriuli, nel quale abbiamo avuto modo di trattare diverse questioni. Si è parlato di agricoltura, in particolare delle pratiche sleali che avvengono in questo settore e dell’insufficiente remunerazione del lavoratore rispetto al prezzo finale di vendita. È importante rendersi conto che▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare