pubblicato il

Uniti si vince, a Porcia vi spiegheremo perché


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Inizia il countdown per il meeting pentastellato del Friuli Venezia Giulia, in programma il 9 settembre prossimo a Porcia, nella cornice di Villa Correr Dolfin e organizzato dagli eletti in Consiglio regionale. Dai Comuni alla Regione, fino a Roma e Bruxelles, la squadra al completo del M5S presenta oggi uno dei fili conduttori dell’incontro tra eletti e cittadinanza.

zullo sut movimento cinque stelle porcia

A farlo, siamo Luca Sut ed io, rispettivamente portavoce a Montecitorio e al Parlamento europeo: entrambi in scaletta in fascia oraria pomeridiana, interverremo sui temi delle novità introdotte dal Dl Dignità in materia di lavoro e delocalizzazioni, e sul valore dell’Europa nel contesto del quadro politico attuale.

“Stiamo vivendo una fase cruciale per il futuro del nostro Paese – esordisce Sut che sottolinea come “sui vari livelli amministrativi in cui stiamo operando, il M5S stia tracciando una linea di demarcazione netta rispetto al passato, nell’intento non di penalizzare, bensì di trovare un punto di incontro tra istanze che, nel perimetro dell’etica sociale, non sono polarizzate. Col Decreto Dignità – prosegue – abbiamo voluto riportare il rapporto tra datore e lavoratore su un piano segnato dalla tutela del cittadino, colto nel suo essere persona, nel suo diritto a uscire dalla spirale della precarietà che ora lo attanaglia. Al tempo stesso, abbiamo inteso infondere un nuovo senso del rispetto per la nostra economia, rendendo dura la vita dei prenditori che hanno beneficiato di risorse pubbliche per poi distrarre lavoro e produttività al di fuori del nostro Paese”. In chiusura, Luca Sut ha affermato: “Il messaggio che porteremo alle nostre comunità nell’incontro di Porcia è quello di un’azione congiunta della squadra M5S, impegnata a operare in sinergia e tenendo bene a mente il quadro europeo, visto nel suo potenziale come nei suoi aspetti di disparità per quanto concerne il trattamento riservato all’Italia”.

Successivamente io racconterò quello che è il contributo del MoVimento a Bruxelles, con un intervento dal titolo Europa, dove stiamo andando?. Il M5s si confronterà con i cittadini per parlare di progetti e futuro. Sarà un’occasione per condividere il lavoro che portiamo avanti al Parlamento Europeo e per raccontare di questa Europa che spesso a parole ci fa credere di essere una comunità, ma poi si contraddice nei fatti. Oggi assistiamo sempre più a delle derive autoritarie e distruttive, ora più che mai è necessario essere uniti per raggiungere obiettivi comuni. Essere fermi sui principi della condivisione vuole mettere al centro dell’operato comune la chiarezza e i cittadini tutti.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Sostenibilità: al Parlamento EU l’evento per 36 PMI italiane

“La sostenibilità e gli obiettivi di sviluppo sostenibile” è stata un’importante occasione per sottolineare il ruolo giocato dalle istituzioni, dalle imprese e da tutti gli stakeholders per rendere lo sviluppo sostenibile il nuovo paradigma dell’economia europea. Una sostenibilità che coinvolge il fattore ambientale, ma investe in maniera sinergica diversi altri ambiti. Quando si parla di▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Epifania

Sono stati anni duri, siamo entrati in Parlamento per portare dei valori, per migliorare questa società. Mi sono scontrato con una macchina istituzionale logorata, che troppo spesso tramuta il bene comune in un interesse di pochi. Ho dovuto studiare, capire non solo i meccanismi ufficiali ma anche le prassi, quelle regole non scritte che se▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Itampharma: la start up contro i tumori 

Ho incontrato Chiara Nardon, Nicolò Pettenuzzo e Leonardo Brustolin, tre ricercatori dell’Università degli studi di Padova che hanno dato vita ad itamPharma. La loro start up (spin-off dell’ateneo patavino) è concentrata sullo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per il trattamento dei tumori orfani, patologie per le quali non vi è una vera cura oggigiorno. Il▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Copyright: NO alla censura di massa, la partita è tutt’ altro che chiusa

Il 12 settembre 2018 il Parlamento europeo ha approvato il testo della direttiva sul Copyright, con 438 voti favorevoli, 226 contrari, 39 astenuti. Sono passati pochi giorni e la questione sembra tutt’altro che chiusa. In molti si chiedono se le nuove disposizioni sanciranno un’importante censura nel modo di vivere internet in Europa. Dopo le votazioni▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare