Partecipazione: per noi non è uno slogan ma la linfa vitale del MoVimento 5 Stelle

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Quando ci si appassiona ad un’idea e questa diventa parte integrante della tua vita, il tempo scorre velocissimo. Me ne sono reso conto ieri a Trieste,  dove in tanti abbiamo festeggiato i dieci anni del V-Day.
In effetti sono già passati 10 anni dal primo V Day dell’8 settembre in cui come fondatore dell’allora gruppo “amici di Beppe Grillo” feci la mia parte, organizzando l’evento nella piazza di Pordenone.

Nel 2007 le comunicazioni e le dirette streaming non erano certo agevoli come oggi, ma con un po’ di spregiudicatezza, tanta passione e buona volontà degli attivisti, Pordenone fu una delle piazze italiane che riuscì ad effettuare il collegamento in diretta con Beppe. Ma questo era niente.

Fu un’ondata di un fiume in piena quello che vidi tra la soddisfazione e lo stupore. Lì per la prima volta capii che la partecipazione era la chiave di successo, il grimaldello per scardinare lo status quo di un’Italia immobile e destinata al declino. La gente, tanta, in fila per ore, pronta a firmare le nostre proposte.

Oggi il Movimento 5 Stelle mette a disposizione un mix di strumenti unico per consentire a tutti, veramente a tutti, di partecipare alla vita politica della propria città e del nostro Paese. Infatti se da una parte ci sono i banchetti nelle piazze che continuano e continueranno ad essere presenti, così da creare il contatto umano con i cittadini che desiderino dire la loro, d’altro canto la piattaforma tecnologica Rousseau consente a chiunque, proprio a chiunque, di proporre una miglioria per il proprio territorio o addirittura una legge che se accolta dagli iscritti alla piattaforma viene presentata dai nostri portavoce in Parlamento che la fanno propria.

In nessun angolo del mondo esiste un sistema partecipativo come il nostro, e quello che vi chiediamo è solo di approfittarne. Un’idea in più, la vostra, diventa patrimonio pubblico, una risorsa utile a disposizione della collettività.

Ti potrebbe interessare anche


Scenari post Brexit: no ai tagli all’agricoltura e ai fondi per le Regioni

I tagli previsti all’agricoltura e ai fondi per le Regioni sono inconcepibili. La richiesta portata avanti dal cancelliere austriaco Sebastian Kurz, che ha sollecitato tagli a diversi programmi comunitari, è di fatto antieuropeista. Non dimentichiamo che l’Austria assumerà a luglio la presidenza di turno dell’Ue: proprio l’Austria che prima dimostra di voler abbandonare la collaborazione … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Data Economy, l’economia dei dati digitali

Per il M5S è fondamentale la protezione delle informazioni che circolano in rete, ma soprattutto la fiducia che i consumatori ripongono nelle piattaforme online di ogni genere, da quelle di e-commerce, ai servizi di cloud computing. Questa famosa nuvola digitale rappresenta un vero e proprio silos di informazioni e può essere la base di partenza … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Agricoltura: il Brasile investe e l’Europa taglia

Sono tornato pochi giorni fa dal Brasile dove durante un incontro istituzionale il Ministro della Agricoltura ha più volte ribadito che i brasiliani sono e vogliono essere i primi nel mondo, e per questo investono molto anche in innovazione e infrastrutture.  Noi in effetti ce ne accorgiamo anche dalla competitività dei loro prodotti. In Europa … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Tuteliamo i vini del Collio e i prodotti tipici friulani

La tutela dei prodotti tipici locali e delle eccellenze del territorio è una priorità nel programma M5S agricoltura: per questo, in continuità con il lavoro svolto in commissione sia nel Parlamento italiano che in quello europeo, il M5S si propone di difendere la sovranità alimentare e il Made in Italy. Non solo, ma il M5S … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare