pubblicato il

Controlli sulle case automobilistiche da parte degli Stati membri: un conflitto di interessi


Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Com’è pensabile secondo voi che uno stato dell’Unione europea, facciamo un esempio, l’Italia, si impegni a controllare che i test sulle automobili prodotte da questa siano veritieri e rispondano alle normative condivise dagli stati membri?
Il conflitto di interessi è evidente, e ciò lo si è visto in primis nella severa e ligia Germania della Merkel con il caso Volkswagen.

Lo stato mira al PIL più alto possibile e la casa automobilistica al fatturato migliore possibile. Quindi ci possiamo immaginare una Merkel che ferma la produzione della Volkswagen o un Gentiloni che ferma la Fiat? Ah no, la Fiat non la ferma perchè nel frattempo è andata nei paradisi fiscali europei con la benedizione di Renzi mentre Gentiloni… Gentiloni chi?

Guardatevi il mio intervento in aula sul tema e diffondetelo.


Ti Potrebbe interessare anche:

pubblicato il

Stop ai pesticidi!

ieri ho partecipato con il collega Federico D’Incà del MoVimento 5 Stelle a #cisondivalmarino ad una marcia assieme a tante persone che dicono NO all’uso dei #pesticidi. Già oggi è possibile utilizzare metodi e strumenti per tutelare ambiente, salute e persone #pesticidifree #m5s

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Mamme No Pfas a Bruxelles

Le mamme No Pfas, unite per liberare le acque del Veneto dai contaminanti chimici, hanno incontrato a Bruxelles i deputati all’Europarlamento per portare all’attenzione dell’assemblea il problema che sta attanagliando le province di Verona, Padova e Vicenza, con concentrazioni al disopra dei livelli consentiti. Una questione non soltanto ambientale, ma anche e soprattutto sanitaria, sorta▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Terraè – Officina della sostenibilità

Anche quest’anno torna a Pordenone “Terraè – officina della sostenibilità“, dal 27 aprile al 31 maggio.  Nata ormai otto anni fa dall’idea comune di un gruppo di cittadini che volevano rendere Pordenone punto di riferimento del lavorare-per-il-cittadino-e-l-ambiente, Terraè oramai è una realtà consolidata e di qualità, che ha deciso di parlare di sostenibilità a largo raggio al proprio territorio▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Fake news e contenuti illegali online: cosa propone l’unione europea?

La battaglia alle fake news e ai contenuti illegali si fa sempre più attuale e rilevante, in particolare nel vastissimo mondo del web. A Bruxelles ora si punta a definire un codice di buone pratiche sul tema della disinformazione entro luglio 2018, con l’obiettivo di ottenere un impatto misurabile entro ottobre 2018. Nel mirino tutte le piattaforme▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare