Cittadini 1 – Multinazionali 0!

pubblicato il
Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Oggi è un giorno importante per la democrazia e la libertà in tutta Europa.

La Corte di Giustizia Europea ha annullato la decisione della Commissione europea di rifiutarsi di considerare l’ICE “Stop TTIP e CETA“, ovvero l’iniziativa dei cittadini europei con cui milioni di cittadini europei si sono schierati contro questi raccapriccianti trattati commerciali.

È un’ottima notizia che mette una volta per tutte la Commissione europea con le spalle al muro, decretando che questa non può più far a meno di vedere e sentire le richieste dei cittadini. La Commissione aveva vigliaccamente liquidato la petizione di milioni di cittadini, adducendo come pretesto un’interpretazione dei trattati secondo la quale questo tipo di iniziativa popolare non poteva avere ad oggetto l’atto con cui si era dato inizio ai negoziati.

La Corte invece ribatte che i cittadini devono essere sempre ascoltati quando si modificano parti fondamentali dell’assetto istituzionale dell’UE.

Il principio della democrazia, che è uno dei valori fondamentali dell’UE, non può essere negato!

Ora la Corte obbliga la Commissione a prendere in considerazione la voce dei cittadini tramite l’ICE.

Fine dei giochetti: la Commissione non può più trincerarsi dietro cavilli e pretesti giuridici. Le richieste dei cittadini vanno ascoltate!

La battaglia non è finita ma noi saremo qua, ancora una volta, a farci portavoce della volontà dei cittadini!

Da sempre il MoVimento si batte per questo, avanti con la democrazia diretta, basta soprusi e interessi finanziari a scapito della salute dei cittadini!

Ti potrebbe interessare anche


A Roma per parlare di agricoltura

Mentre attendiamo notizie positive per la formazione del nuovo governo, comunque a Roma il lavoro va avanti con i colleghi portavoce nazionali della Commissione #Agricoltura del MoVimento 5 Stelle.

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Personalità giuridica alle macchine: verso che futuro ci stiamo muovendo?

In questi giorni in Parlamento europeo si parla di robotica ed intelligenza artificiale. Infatti,con il rapido evolversi dell’intelligenza artificiale, i robot sono entrati nella seconda fase della loro evoluzione e stanno diventando delle macchine capaci di imparare dalla loro esperienza e dunque capaci di affrontare nuove situazioni sulla base di essa. Da qui è nato il dibattito … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Quote latte: a pagare siano i responsabili della malagestione, non i cittadini

La condanna della Corte di giustizia europea per le quote latte secondo cui l’Italia “è venuta meno agli obblighi” per la produzione di latte in eccesso rispetto alla quota nazionale è un grande batosta. Chi politicamente è responsabile di tale sentenza -relativa al mancato recupero di una cifra stimata in 1,34 miliardi di multe sulle … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


L’arte del Friuli Venezia Giulia condivisa in Europa

Felice di aver assistito all’evento “Heroes Beyond Boundaries” (Eroi oltre i confini) del fumettista pordenonese Giulio De Vita al Comitato europeo delle Regioni a Bruxelles lo scorso mercoledì. Un momento importante per conoscere e ragionare sul linguaggio della fumettistica, arte di cui il Friuli Venezia Giulia conta vari importanti esponenti!  

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare