Cittadini 1 – Multinazionali 0!

pubblicato il
Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Oggi è un giorno importante per la democrazia e la libertà in tutta Europa.

La Corte di Giustizia Europea ha annullato la decisione della Commissione europea di rifiutarsi di considerare l’ICE “Stop TTIP e CETA“, ovvero l’iniziativa dei cittadini europei con cui milioni di cittadini europei si sono schierati contro questi raccapriccianti trattati commerciali.

È un’ottima notizia che mette una volta per tutte la Commissione europea con le spalle al muro, decretando che questa non può più far a meno di vedere e sentire le richieste dei cittadini. La Commissione aveva vigliaccamente liquidato la petizione di milioni di cittadini, adducendo come pretesto un’interpretazione dei trattati secondo la quale questo tipo di iniziativa popolare non poteva avere ad oggetto l’atto con cui si era dato inizio ai negoziati.

La Corte invece ribatte che i cittadini devono essere sempre ascoltati quando si modificano parti fondamentali dell’assetto istituzionale dell’UE.

Il principio della democrazia, che è uno dei valori fondamentali dell’UE, non può essere negato!

Ora la Corte obbliga la Commissione a prendere in considerazione la voce dei cittadini tramite l’ICE.

Fine dei giochetti: la Commissione non può più trincerarsi dietro cavilli e pretesti giuridici. Le richieste dei cittadini vanno ascoltate!

La battaglia non è finita ma noi saremo qua, ancora una volta, a farci portavoce della volontà dei cittadini!

Da sempre il MoVimento si batte per questo, avanti con la democrazia diretta, basta soprusi e interessi finanziari a scapito della salute dei cittadini!

Ti potrebbe interessare anche


Sharing Economy: quali vantaggi e quali rischi?

Apriamo i giornali, accendiamo la televisione, e ci rendiamo conto che l’economia collaborativa, insieme alla globalizzazione, è diventata la tematica principale per quanto riguarda l’evoluzione del mercato del lavoro europeo. Spesso però, lo è diventata in modo problematico, quasi polemico direi, come fonte di preoccupazione e acceso dibattito. E questo anche per un certo approccio … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Piove sul bagnato, l’UE è pronta a rinnovare il glifosato

“Sono fiducioso che nelle prossime settimane prenderemo una decisione per autorizzare nuovamente il glifosato per almeno i prossimi dieci anni”. Con queste parole, il commissario europeo per l’agricoltura, Philip Hogan, lascia poco da intendere. Nonostante l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro abbia classificato il glifosato come “probabilmente cancerogeno per l’uomo”, e che milioni di … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Incontro col Movimento 5 Stelle di Pordenone e con i volontari dello Sportello SOS Anti-Equitalia FVG

Quello che ho imparato in questi tanti anni di “militanza” pacifica nel MoVimento 5 Stelle, è che anche una volta che sei stato eletto portavoce non devi assolutamente perdere i contatti col territorio. Questi sono la linfa vitale, l’essenza del nostro mandato. Ecco quindi che appena mi è possibile ogni settimana cerco di incontrare chi … Continua

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Gli scenari di Juncker: specchietti per le allodole!

Ora in aula a Bruxelles il Presidente Juncker presenta cinque possibili scenari sul futuro dell’Europa. Finalmente si sono accorti che qualcosa non va, ma temo sia un bel calderone di bla bla per prender tempo invece di lavorare subito sulle evidenti distorsioni di questo sistema europeo capace di fare disastri irrecuperabili. Cinque gli scenari previsti … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

Categorie: Europa, Italia