Direttiva servizi: sovranità a rischio, l’UE scavalca gli Stati

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare

Oggi in Commissione Mercato Interno (IMCO) è stato votato un argomento molto spinoso riguardante la Direttiva Servizi, ovvero la revisione della procedura di “notificazione” da parte degli Stati membri e delle loro amministrazioni locali delle disposizioni legislative e regolamentari che adottano.

Nei cambiamenti che la Commissione Mercato Interno ha introdotto rispetto alla proposta iniziale della Commissione europea, si prevede che quest’ultima possa bloccare per almeno tre mesi uno Stato membro, come l‘Italia, dall’approvare un provvedimento fintanto che la Commissione europea stessa non gli dia il proprio benestare.

Per noi questo è inaccettabile, perché sovverte il principio di sovranità nazionale, dove lo Stato membro deve essere libero di approvare le proprie leggi! Quello che la Commissione europea potrebbe fare è avanzare delle osservazioni per segnalare allo Stato membro le eventuali incongruenze con l’ordinamento dell’Unione europea, fino ad arrivare eventualmente, in ultima istanza, alla Corte di giustizia europea per avviare un’infrazione.
Invece, attraverso questa direttiva, l’UE entra nel merito della capacità di legiferare dei singoli Stati membri. Questa è un’intromissione inammissibile in ciò che riguarda la sovranità, e dunque la libertà, dei singoli Stati membri.

Non sta alla Commissione europea stabilire se una legge nazionale è giusta o sbagliata, non sta alla Commissione europea sostituirsi di fatto alla Corte di giustizia europea.

Noi del MoVimento 5 Stelle avevamo presentato degli emendamenti per migliorare la proposta della Commissione ma che non sono stati accolti dagli altri partiti. Pertanto noi abbiamo votato contro questo progetto di direttiva.

E ci stupisce invece che PD e Forza Italia, che in Parlamento europeo fanno parte rispettivamente del gruppo dei Socialisti&Democratici e del gruppo dei Popolari, hanno votato a favore di questo progetto di direttiva. Infatti mentre in Italia fingono di essere contrari alla Direttiva Servizi, a Bruxelles la rafforzano attraverso una procedura di notifica gravosa soprattutto per gli enti locali.

#DirettivaServizi

Ti potrebbe interessare anche


Incontro con il Segretario Generale delle Nazioni Unite: la mancanza di parità di genere è influenzata da logiche di potere radicate

Ieri sera ho partecipato ad un incontro con António Guterres, Segretario Generale delle Nazioni Unite. Nel dibattere sul tema della parità di genere Guterres ha sottolineato come come questo obiettivo sia fortemente influenzato da logiche di potere radicate. Ciò lo si vede dal fatto che le norme che forzano in direzione della parità di genere … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Rural Women as Change Makers: la donna come motore di cambiamento dell’agricoltura

Ieri sono stato all’incontro “Rural Women as Change Makers” alle Nazioni Unite, rivolto alla tematica delle donne che lavorano in ambito rurale e che sono spesso un motore di cambiamento verso un’agricoltura sostenibile ed ecologica, che mira alla sicurezza alimentare e la creazione di posti di lavoro green. Molto c’è da fare per il futuro … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Fucina: il futuro in tavola!

Vi aspetto tutti venerdì prossimo alle ore 18.30 presso il Teatro Gustavo Modena a Palmanova, Udine. Perché ho voluto fortemente organizzare quest’evento? Perché non si può più attendere, perché il futuro è già qui ed e vivo e presente più che mai. È importante conoscere e ragionare su ciò che accadrà, sulle visioni che provengono … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Wi-Fi gratuito: il 15 maggio sarà pubblicato il Bando europeo

E’ un’ottima notizia quella relativa al bando europeo WiFi4EU per introdurre il Wi-Fi gratuito negli spazi pubblici dei piccoli Comuni: è fondamentale che i Comuni non perdano questa importante iniziativa e si preparino per tempo a presentare immediatamente la propria candidatura nel momento in cui uscirà il primo bando, il 15 maggio 2018 alle ore … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare