Diritto all’informazione, fake news e censura

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare
Giovedì 8 giugno è andato in scena un convegno che ha visto dei relatori di grande spessore e una grande partecipazione di pubblico molto attento alle tematiche affrontate; ci siamo interrogati e ci siamo confrontati su ciò che rappresenta in questo momento storico l’informazione.

photo5893087849492883799

 
In un’ epoca sempre più veloce in cui le notizie sono fornite in tempo reale –cosa assolutamente inimmaginabile fino a qualche tempo fa- fondamentale è fermarsi e chiedersi in che direzione sta andando l’informazione.
 
È giusto censurare una notizia solo perché non c’è un immediato riscontro di veridicità oppure è giusto che siano i cittadini a comprendere se quella è una #fakenews senza dover ricorrere alla censura?
 
E se così non dovesse essere, chi ha diritto di censura? È giusto parlare di rimozione dei contenuti nei social media?
 
Nel nostro Paese, in cui la libertà di informazione è davvero preoccupante, è fondamentale fare un distinguo tra cattiva informazione e disinformazione. Partendo dall’assunto di base che #internet sia un bene comune e che vada assolutamente tutelato, vi consiglio di vedere il video dell’evento, lo trovate nei commenti.
 
Ringrazio i relatori presenti al convegno per il loro prezioso contributo, Guido Scorza, Petra Reski, Bruno Zambardino di I-Com, Max von Abendroth amministratore delegato di EMMA, Diego Ciulli di Google e Thomas Myrup Kristensen di Facebook.

Ti potrebbe interessare anche


Facciamo il punto sull’informazione, sulle censure, sulle fake news

Era da diverso tempo che stavo ragionando sul destino dei media e dei new media, sul fatto che ormai ognuno è autore e allo stesso tempo editore di se stesso, sulla superficialità con la quale alle volte si divulgano notizie non vere o non verificate. E poi c’è la censura, noi del Movimento 5 Stelle … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Proroga Ue sul glifosate, mi opporrò nettamente!

Il 16 maggio la Commissione Europea ha deciso di iniziare nuovamente un dialogo con gli Stati membri per il rinnovo del permesso dell’uso del glifosate. Il dialogo inizierà oggi e gli Stati dovranno votare entro fine anno. In Commissione agricoltura farò tutto ciò che è in mio possesso affinché questo provvedimento non passi. Ho sempre … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Mozziconi in spiaggia: un esempio virtuoso e uno no

Non sono ancora mai passato per Pulsano, un paese salentino della provincia di Taranto che si affaccia sullo Ionio, ma dopo quello che ho letto mi piacerebbe proprio andarci. Qui un’associazione locale di cittadini stanca di assistere al degrado sulla propria spiaggia si è inventata un’idea semplice ed efficace. I mozziconi di sigaretta che “arredano” … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Solagna, Vicenza: la reintroduzione del glifosato è un passo indietro vergognoso

Ciò che è successo il 31 luglio sera in Consiglio comunale a Solagna (VI) rappresenta un vergognoso passo indietro per la salute dei cittadini: è stata revocata la delibera M5S -approvata l’anno scorso in data 29.03.2016- che aboliva di fatto l’utilizzo di prodotti a base di glifosato da parte del Comune e dell’Unione Montana nel … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare