Mettiamo fine agli allevamenti di animali da pelliccia in Europa! #MakeFurHistory

pubblicato il
Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici










Inviare
Sono molto felice di aver firmato in Parlamento europeo la petizione per mettere fine agli allevamenti di animali da pelliccia!

Già molti Paesi europei come Austria, Gran Bretagna, Croazia e Slovenia hanno proibito l’allevamento di “animali da pelliccia”, termine già di per sé ridicolo, e molti altri Paesi come Olanda, Norvegia, Serbia e Repubblica Ceca hanno recentemente deciso di lasciarsi alle spalle questa tipologia di allevamenti.

Quando anche l’Italia deciderà di proibire questa pratica disumana? Recenti studi dimostrano che il 91% della popolazione italiana si dichiara contraria agli allevamenti da pelliccia e che non comprerebbe un prodotto d’abbigliamento derivato dalla sofferenza animale. Infatti molti grossi marchi della moda come Giorgio Armani, H&M e Zara hanno smesso di produrre accessori con pelliccia animale e Gucci lo farà entro il 2025.

Causare sofferenza e togliere la vita ad un essere vivente per produrre un “bene” non essenziale come una pelliccia è un gesto non giustificabile, moralmente ed eticamente, che rappresenta una società ancora lontana dal potersi chiamare “civile”. 

In quanto membro dell’eurogruppo per il benessere animale, continuerò a battermi in Parlamento europeo per la tutela dei diritti degli animali e contro la produzione di pellicce. Ringrazio Fur Free Alliance per il lavoro che sta svolgendo! 

 

Ti potrebbe interessare anche


Il Commissario tedesco Oettinger, alleato di Berlusconi, ordina il taglio di 5 miliardi di fondi europei all’Italia

Il Commissario europeo al Bilancio, il tedesco Gunther Oettinger, ha annunciato le linee guida della riforma della politica di coesione che verrà presentata a maggio: ci saranno tagli per il 10-15% al budget rispetto alla programmazione 2014-2020. Questo significa che alle Regioni più povere d’Europa verranno diminuiti drasticamente i trasferimenti dei fondi europei. Per l’Italia sarà una mazzata! Su 42 miliardi … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Contrastiamo la ratifica finale del #CETA: le PMI italiane sono a rischio

Sono stupito dalla votazione contraria di lunedì pomeriggio in Consiglio comunale di Reggio Emilia sulla mozione #M5S per contrastare la ratifica finale del trattato CETA. Di fatto, con l’entrata in vigore del CETA il Parmigiano Reggiano, i prodotti della Food Valley e le piccole medie imprese reggiane sono a rischio! Anche se 41 IGP italiani di cui … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


I magredi sono un patrimonio naturalistico comune e vanno tutelati

Non so quanti di voi conoscano la zona dei Magredi, un’incredibile spianata tra due fiumi, il Meduna e il Cellina, quest’ultimo un enorme corso d’acqua che una volta scorreva in superficie, ora non più, e che ci ha lasciato traccia del suo passaggio con questo incredibile scenario. I Magredi sono una prateria ghiaiosa, una steppa … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare


Next Step Italia 2030

Oggi sono a Milano, al convegno “Next Step Italy 2030” un evento che guarda al futuro, a un futuro tanto incredibile quanto molto vicino a noi. Come la robotica sta rivoluzionando e rivoluzionerà la nostra società? Pensate ai riflessi sul lavoro, sulla nostra psiche, sulla percezione della realtà, sulla salute. Sto ascoltando con grande interesse gli interventi … Continua

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare