Tutela animali

Gli animali sono considerati giuridicamente un bene mobile deperibile. Noi del Movimento 5 Stelle ci rifiutiamo di accettare questa definizione. Gli animali sono essere senzienti in grado di provare sentimenti ed emozioni, lo stabilisce anche l’Unione europea all’art.13 del Trattato sul Funzionamento dell’Ue. Dobbiamo uscire da questa ipocrisia che serve solo a giustificare grossi interessi economici. Il M5S si batte in Europa per il diritto degli animali a non venire maltrattati al pari degli esseri umani.

Situazione attuale

Il benessere animale deve essere tenuto nella dovuta considerazione. Le crudeltà ai loro danni vanno perseguite. Gli animali hanno il diritto a non soffrire e a non essere maltrattati proprio come gli esseri umani. In Parlamento Europeo, il M5S ha spinto per una risoluzione che sollecitasse la Commissione Ue a rivedere la propria posizione sulla macellazione animale. Perché se in linea generale il regolamento Ue prevede l’uccisione dell’animale solo dopo lo stordimento, ovvero dopo la perdita della conoscenza, nel particolare si permette la pesante eccezione della macellazione rituale. Si tratta di metodi “religiosi” come lo halal musulmano e l’ebraico kosher, che vogliono l’animale cosciente, nel momento del taglio a giugulare o trachea e nel momento del dissanguamento. Non si può giustificare tale sofferenza trincerandosi dietro alla tradizione o alla religione.

Dobbiamo abbandonare l’ipocrisia che permette che “per ragioni scientifiche”, migliaia di animali siano orrendamente sacrificati per la sperimentazione di farmaci e altri prodotti, quando ormai sappiamo che, oltre ad essere crudele, si tratta di una pratica che non dà nemmeno risultati certi.

Dobbiamo abbandonare l’ipocrisia che permette che “per ragioni religiose”, troppi animali vengano macellati seguendo procedure barbare che causano loro sofferenze atroci che potrebbero invece essere loro risparmiate senza danno per alcuno.

Dobbiamo abbandonare l’ipocrisia che permette che “per ragioni culturali”, molti animali vengano sfruttati all’interno dei circhi. In condizioni inaccettabili, spesso rinchiusi in gabbie che non superano i tre metri quadri di estensione, mentre i duri addestramenti sono ancora crudelmente basati nella maggior parte dei casi sulla violenza fisica e sulla privazione del cibo.

I risultati del M5S in Europa

Insieme ai miei colleghi del Movimento 5 Stelle abbiamo sostenuto l’inizitiva dei cittadini europei Stop Vivisection che con un milione e 200 mila firme ha chiesto alla Commissione europea di superare la sperimentazione animale per misurare la reazione del nostro corpo a farmaci e sostanze, perché crudele verso gli animali, e inutile per l’uomo, poiché porta risultati in un numero molto limitato di casi.

Siamo finalmente riusciti a far passare in Parlamento Europeo una delle nostre battaglie contro il finanziamento degli spettacoli della corrida. Una pratica barbara come la corrida non può essere sostenuta economicamente dai fondi europei. Fondi che per anni, sono serviti a foraggiare, anche con 129 milioni l’anno, spettacoli indegni basati sul martirio di bestie innocenti.

Inoltre, con un impegno costante nelle commissioni Agricoltura e Mercato Interno, abbiamo ottenuto che l’Europarlamento imponesse il divieto assoluto di commercializzare prodotti derivati dalla foca, in particolare carne e pellicce di foca.

pubblicato il

L’allevamento intensivo non è sostenibile


Ieri abbiamo festeggiato la Giornata mondiale della Terra, ma lo sai che l’allevamento intensivo è la principale causa di inquinamento, deforestazione e spreco d’acqua? Infatti, l’intero settore dei trasporti produce solo il 13% dei gas ad effetto serra attuali. Agli allevamenti intensivi è imputabile una percentuale pari al 18%. In più, oltre alla CO2 ed▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

La Sagra dei Osei tortura gli uccelli


Leggo sul Gazzettino di una presunta circolare del Ministero dell’Ambiente in cui la Sagra dei Osei sarebbe stata definita come “una tortura per gli uccelli”. Cito testualmente ciò che viene riportato nell’articolo: “La Sagra dei Osei non è una festa della natura, bensì un evento in cui si pratica la tortura degli uccelli, costretti in▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

A Pasqua non renderti partecipe di questo orrore


Le indagini svolte dall’associazione Essere Animali in alcuni allevamenti di agnelli hanno portato alla luce, ancora una volta, la terribile realtà della macellazione. Oltre alla drammatica condizione in cui gli animali sono costretti a vivere, le riprese mostrano delle gravi inadempienze degli operatori, che si ripercuotono sulle condizioni dei giovani animali. Ciò avviene durante lo▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
There are no images.
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Animali liberi, se vogliamo possiamo


In questi giorni sto raccogliendo dalla stampa nazionale alcuni piccoli segnali che mi danno speranza nel pensare che la cultura che stiamo cercando di diffondere sul tema del rispetto degli animali e del fatto che siano esseri senzienti, si stia realmente diffondendo. Oggi leggo che in uno zoo in Argentina una scimpanzé il cui nome▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

pubblicato il

Sofferenza animale, è ora di cambiare rotta a partire dall’etichettatura


Nei giorni scorsi ho presentato un’interrogazione parlamentare alla Commissione europea riguardo all’etichettatura delle carni bovine. Infatti, secondo uno studio pubblicato dalla Commissione stessa già nel 2015, il 52% dei consumatori europei si lamenta di non disporre delle sufficienti indicazioni e informazioni nell’etichetta e vorrebbe delle etichette che certifichino il rispetto del benessere degli animali allevati,▶ Leggi tutto

Share on Pinterest
Condividi coi tuoi amici








Inviare

1 3 4 5 6 7 15